Progettare l’internazionalizzazione: da dove partire

 Via Jacopo dal Verme, 7, Milano, MI, Italia
180,00
  •  30/09/2021
  •  Aula Virtuale
  •  8 h
  •  Info

Descrizione

Prezzo e condizioni

 Il corso di 8 ore ha un costo di 180 euro più IVA. Sono possibili sconti per classi con oltre 6 allievi.

 

Per chi è il corso e cosa tratta

Rivolgersi ad un mercato estero è sicuramente una grande opportunità per incrementare il proprio fatturato sfruttando la leva del “made in Italy”. Ancora oggi, però, la maggior parte delle PMI italiane adotta un approccio “reattivo” rispetto all’internazionalizzazione, anziché strategico. Gli stimoli iniziali che inducono a guardare oltre i confini nazionali sono generalmente i contatti occasionali raccolti durante fiere o eventi internazionali, le opportunità estemporanee presentate da fornitori o clienti, le segnalazioni da parte di intermediari o altri contatti, le intuizioni dell’imprenditore. Raramente la scelta di aprirsi al mondo è inserita all’interno di una strategia globale di business e, soprattutto, quasi mai la scelta del paese da approcciare è frutto di uno studio specifico e rigoroso delle opportunità rappresentate da ciascun mercato estero. Continuare a rispondere a stimoli esterni senza adottare un approccio proattivo e metodico rischia però di far disperdere all’azienda risorse economiche, oltre che tempo, senza ottenere risultati significativi. Prima di “lanciarsi” è quindi fondamentale fermarsi a pensare e pianificare accuratamente tutti i passi verso l’entrata nel mercato estero, a partire dalla scelta dei Paesi da aggredire.

È convinzione comune che l’internazionalizzazione sia una delle sfide più importanti per il sistema imprenditoriale italiano, e sempre più lo sarà in futuro. Eppure, tante imprese italiane si trovano poco attrezzate per varcare i confini nazionali ed esprimono una forte necessità di conoscere meglio i mercati esteri, le opportunità che offrono e le modalità per operare con maggiore efficacia in ciascun Paese.

In tema di internazionalizzazione, infatti, il costo dell’inesperienza è particolarmente alto, come sanno tanti imprenditori per documentazione diretta o per aver assistito a casi di in­successo. Questo corso è pensato proprio per rispondere all’esigenza di affrontare i mercati esteri con maggiore preparazione e consapevolezza.

Caratteristica del percorso proposto, già validato sul campo in tante aziende con le quali si è collaborato negli anni, è il pragmatismo e la continua attenzione alla semplicità che si traduce in riduzione di budget e risultati proporzionati agli sforzi fatti. Questo è ottenuto grazie alla trasposizione di alcune tecniche, tipiche del lean management, al processo export, con conseguente continua lotta agli sprechi e semplificazione dei processi in una logica di flusso.

L’approccio proposto si focalizza sul risultato: la vendita. L’esperienza maturata sul campo insegna che le PMI non riescono a sostenere progetti i cui risultati arrivano dopo anni. Quindi è stato messo a punto un percorso focalizzato sulla conclusione delle prime vendite in un breve periodo (che comunque raramente è inferiore a 6/8 mesi).

La parte finale sarà dedicata alla presentazione delle principali misure di sostegno disponibili per agevolare i processi di export delle PMI.

Il corso si rivolge prioritariamente ad imprenditori, direttori commerciali, export manager, direttori marketing di aziende che intendono avviare un processo di internazionalizzazione e a chi è interessato ad approfondire la conoscenza degli strumenti dell'internazionalizzazione con riferimento alle esigenze delle PMI.

 

Programma 

1.    La raccolta delle informazioni

2.    Export Check up

3.    Analisi di attrattività dei Paesi esteri

4.    Analisi di accessibilità dei Paesi esteri

5.    La scelta del mercato estero: la scheda Paese e la ricerca di mercato

6.    La definizione della strategia di ingresso

7.    Sviluppo del piano marketing e comunicazione

8.    Gli strumenti necessari: il listino prezzi per l’estero, il catalogo e il sito web

9.    Le principali agevolazioni a sostegno dell’export

 

Obiettivi

 Il corso mira a potenziare la presenza delle piccole e medie imprese nei mercati esteri; in particolare, si propone di:

a.    fornire una panoramica generale sugli elementi e gli step funzionali al “fare export”;

b.     rendere disponibili a tutti i partecipanti quelle informazioni che possono dare maggiori garanzie di successo

c.    offrire una serie di spunti utili a costituire la traccia di un percorso più sicuro.

Il corso permetterà ai partecipanti di acquisire le conoscenze di base per costruire un progetto di internazionalizzazione basato su una prima analisi delle potenzialità esistenti e un efficace sistema di verifica della fattibilità futura e di acquisire gli strumenti per definire un preciso piano industriale che tenga conto delle caratteristiche dei mercati specifici e dei costi da sostenere.